Roger Waters e il nuovo album: un atto d’accusa al mondo di oggi


, in Rock
1 giugno 2017 0 commenti

Uscirà domani, venerdì 2 giugno, “Is This The Life We Really Want?“, il nuovo album di Roger Waters. Per l’ex leader […]

Uscirà domani, venerdì 2 giugno, “Is This The Life We Really Want?“, il nuovo album di Roger Waters. Per l’ex leader dei Pink Floyd è il primo album di inediti da “Amused To Death” del lontano 1992. Un disco che da un punto di vista sonoro riprende numerosi temi floydiani, con testi molto politici in perfetto stile dell’artista. A 73 anni suonati, si tratta di una sorta di opera omnia della sua carriera.

Considerando un disco del genere, ci si domanda lecitamente se chi ha incarnato l’avanguardia nel rock debba oggi mettersi oggi in una posizione musicalmente di retroguardia. La risposta è sì, perché i Pink Floyd, quanto erano avanguardia, avevano dai 20 ai 30 anni: pertanto toccherebbe ai giovani artisti di oggi l’onere di rompere gli schemi e cercare nuove vie. In secondo luogo, in tempi come questi dominati dalla “retromania” e dal continuo utilizzo di stili del passato, un disco come “Is This The Life We Really Want?” non solo non stona, ma assume invece una propria dignità storica oltre che artistica. Waters non copia nessuno, ma utilizza il proprio bagaglio culturale nel migliore dei modi.

Se le atmosfere dell’album in alcuni punti potrebbero trasmettere un’idea di rassegnazione, i testi invece sono estremamente attuali, animati da un istinto rivoluzionario contro ingiustizie e personaggi pubblici, Donald Trump su tutti. Proprio la reazione alla condizione politico-sociale attuale, in particolare all’elezione del presidente degli Stati Uniti, che Waters definisce “maiale” nei proprio concerti e “leader senza cervello” nel libretto dell’album, ha spinto Waters a rimettersi in gioco. L’album è stato prodotto e mixato da Nigel Godrich, già in collaborazione con Radiohead, Paul McCartney, Beck, U2. Merita un ascolto in cuffia per poterne apprezzare tutte le sfumature sonore. Anche questa, in fondo, può essere considerata una cosa un po’ retrò…
[fonte: tgcom.24]


Tags: , , , , , ,